Esplorazione Urbana alla ricerca delle meraviglie abbandonate

Obiettivo Uno è un collettivo fotografico che da diversi anni esplora luoghi dimenticati. Questa pratica si chiama esplorazione urbana o archeologia industriale, e ha regole che seguiamo scrupolosamente.

Amiamo profondamente ciò che visitiamo, perché lo riteniamo patrimonio socio-culturale e artistico del nostro Paese, e questo amore ci spinge a raccontare attraverso l'obiettivo, e la nostra personale visione, la bellezza che riteniamo si annidi anche nel degrado dell'abbandono.

Obiettivo Uno ha visitato un considerevole numero di posti perlustrando ogni tipologia di struttura, non potendo tenerci solo per noi tanta “bellezza abbandonata” proviamo a riunirla in questo sito. Una celebrazione più che un archivio fotografico. Seguiteci alla ricerca di queste meraviglie dimenticate.

I paesi abbandonati, benché esprimano una poetica stramba e malinconica, non sono privi di una gioia speciale, quasi tattile. Toccare la superfice delle case, la loro pelle ferita e sentire in che modo resistono al tempo. In questi luoghi, se la fine è venuta è anch’essa passata: non sono città morte perché anche la morte da qui se ne è andata. I resti delle case stanno lì, imperfetti e pericolanti, come un canto alla durata.
C. Pellegrino
Obiettivo Uno-Borgo Cardigliano

I sigari di Mussolini

Il borgo delle tabacchine. Cardigliano, a pochi chilometri da Specchia è uno di quei luoghi dove l’assurdo prende forma. Il Salento è assurdo già di suo, pieno di contrasti fatti di luci...

Obiettivo Uno-Idroscalo Ivo Monti

Idroscalo “Ivo Monti”

Cento anni di abbandono. Aveva da poco raggiunto l’età della maturità ed era bello come solo la gioventù sa essere. Giulio Pavan arrivò all’Idroscalo Ivo Monti una fredda mattina di aprile del...

Obiettivo Uno-Il Castello di Binetto

Il Castello di Binetto

Il baronato acquisito grazie allo stratagemma di un falsario. Esplorando il nostro territorio, a volte, si ha la sensazione che tutto sia accaduto qui. La nostra Italia appare come un enorme nastro...

Obiettivo Uno-Teatro Mediterraneo

Teatro Mediterraneo

“…con la cultura non si mangia” In una intervista del 2013 il grande intellettuale Luciano Canfora metteva in guardia sui percoli dell’inaridimento culturale delle ultime generazioni. L’allarme lanciato dal filosofo, a nostro...

Obiettivo Uno-Castelforte

Castelforte

La fiaba senza un finale. La questione della riqualificazione dei centri urbani, al pari della questione palestinese o della questione meridionale, è una di quelle “quistioni” (per dirla alla Gramsci) che nell’immaginario...

Obiettivo Uno-Ex Acciaierie Scianatico

Ex Acciaierie Scianatico

Storie di invisibili in luoghi invisibili. Io: dinamica, certe volte pure troppo, e con un accento polacco talmente marcato da denotarmi immediatamente come donna dell’est; cinquant’anni tondi tondi e faccia furbetta. Minuta...

Obiettivo Uno-La Villa dell'Ammiraglio

La Villa dell’Ammiraglio

Villa Bucci. Una gentile brezza settembrina carezzava il suo volto rugoso e ispido d’una barba canuta. La bruma ricopriva la Murgia tutt’intorno in attesa di sciogliersi al sole che presto si sarebbe...

La villa dell’ispettore

Il cugino pugliese di “Callagan”. Giorgio P. era un tipo tosto. In Centrale lo chiamavano Callagan per via del fisico asciutto e del capello rasato alla maniera del famoso ispettore interpretato da...