E l’Asilo non c’è più

Mimmo

L’ABC dell’abbandono.


Una bellissima domenica trascorsa a casa dei nonni. Un pranzo luculliano. E poi i giochi e le coccole del nonno fino al tardo pomeriggio quando, ahimè, arriva il momento di tornare a casa: “domani si va a scuola!”, ammonisce il babbo. Vado a letto tutto contento per la giornata passata e con il pensiero che ormai le vacanze sono finite. Domani si ritorna all’asilo per ritrovare vecchi e nuovi amichetti e per giocare tutta la mattina con la maestra. Mi sveglio presto, tutto eccitato. Mi preparo in fretta, colazione con latte e Nesquik, una lavata veloce e via: sono pronto! Mi accompagna mamma, con la nostra macchina tutta arancione e in cinque minuti siamo lì, l’asilo è a due passi ma stamattina c’è qualcosa di nuovo che ci aspetta. Afferro la cartella e scendo ma…ma l’asilo non c’è più. L’hanno incendiato!
Era lunedì 8 settembre del 2014, una data che difficilmente dimenticherò. Ci raccontano che le fiamme sono divampate la domenica sera, distruggendo interamente la struttura. I vigili del fuoco hanno domato l’incendio, sviluppatosi all’interno e passato poi al piano terra che al piano superiore dell’edificio, per poi propagarsi perfino nel giardino posteriore. Vedo il capannello dei genitori concitati nel raccontarsi l’accaduto. Sembra che qualcuno abbia appiccato il fuoco apposta, ma perché? Chi può voler male al nostro asilo? Che colpa potrà mai aver avuto per meritare un simile destino?
Porto con me l’immagine dei volti attoniti dei miei compagni, ammutoliti come me davanti a tanto sfacelo. Dev’esserci stata anche una esplosione. I nostri giochi sono ovunque, sparsi nel giardino, rotti, bruciati. In un angolo, vicino l’altalena, stava tutto ammaccato il mio preferito: quel fantastico telefono tutto colori, con le lettere ABC da incastrare dentro non lo rivedrò mai più. Fu difficile trattenere le lacrime.


“Tutto ciò che avevo bisogno di sapere su come vivere e cosa fare e come essere l’ho imparato all’asilo.”

– Robert Fulghum

Antonio Nitti Marco Flaccomio Mimmo De Leonibus Valeria Genco

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.